Google+ Followers

giovedì 29 dicembre 2011


El casciabal
Nel dialetto milanese con il termine “casciabal” viene etichettato il ballista professionale, cioè quello che usa la menzogna come metodo per infinocchiare gli altri.
L’Italia, lo sappiamo tutti, abbonda di impostori di ogni specie ed in ogni attività.
La stirpe peggiore di “casciabal” è però quella di chi, dopo aver raccontata una balla, anche a distanza di qualche giorno od anche solo di qualche ora, nega di averla mai detta.
La tragedia sta nel fatto che quando il “casciabal” dispone di un codazzo di servi sciocchi, per questi poveri gonzi la balla si trasforma subito in una verità assoluta da propagare ai quattro venti.
Credo che negli ultimi 20 anni l’Oscar di “El Casciabal” spetti di diritto a quel elemento che ha governato a lungo l’Italia: il Silvio !
L’ultima balla non è stata quella di Ruby, nipote del suo amico Mubarak. E neppure quella che in Italia non c’è la crisi perché i ristoranti sono pieni.
No ! L’ultima balla è che lui ha lasciati i conti dello Stato in ordine ! Si, ebbene si, ha detto proprio così, scordandosi  di dire che lui è sgattaiolato via da Palazzo Chigi perché incalzato dalle Istituzioni Europee che gli imponevano di adottare misure e riforme importanti proprio perché i conti dello Stato non erano in ordine.
Una vera e propria ritirata in piena regola, dopo non aver compreso nulla di quello che stava accadendo nel mondo ed essersi preoccupato solo, insieme ai soliti gonzi del suo codazzo, di crearsi una cintura di castità giudiziaria.  

Nessun commento: