Google+ Followers

giovedì 5 gennaio 2012


Dai Vangeli di Alfano e Cicchitto
Dopo inutili tentativi di camminare sulle acque, guarire i lebbrosi, trasformare l'acqua in vino, moltiplicare pani e pesci, all'uomo di Arcore, l'unto dal Signore, è finalmente riuscito il suo secondo miracolo.
Ebbene si !!! Dopo aver fatto credere a molti gonzi che Ruby era la nipote di Mubarak, in questi giorni lui, l'unto dal Signore, ha realizzato un nuovo prodigio : la stupefacente pesca miracolosa di iscritti al Popolo della Libertà !!!
L'unico vero problema è che invece di essere trascritto nei Vangeli apocrifi di Alfano e Cicchitto, il miracolo è finito sui tavoli della Procura di Vicenza, nelle mani di magistrati miscredenti, ovviamente comunisti.
Proprio perché miscredenti e comunisti, i magistrati di Vicenza si ostinano a non voler riconoscere il valore miracoloso del "copia incolla".
Tant'è che Ghedini, il fedele azzeccagarbugli, si è subito messo all'opera tuffandosi nei Vangeli, quelli autentici di Marco, Matteo e Luca, nel disperato tentativo di trovare una qualche similitudine del "copia incolla" con uno dei miracoli veri.
A tormentare l'uomo di Arcore, però, è il timore che si possa scoprire che anche in altre zone si sia ripetuta la miracolosa pesca di iscritti con il "copia incolla"; in questo caso il suo cliché di uomo onesto, santo e devoto potrebbe uscirne... pregiudicato. 


Nessun commento: