Google+ Followers

mercoledì 28 marzo 2012

Gli elefanti ed il topolino


È bastato che dalla Corea  il Presidente Monti, con un cristallino ed inequivocabile messaggio, facesse sapere di non essere disponibile a “tirare a campare” per convincere i  tre “elefanti” dello scenario politico che era giunto il momento di darsi una mossa.
Per la verità parlare di una vera e propria  mossa sembra un tantino esagerato.
Sta di fatto che i 3 “elefanti”, così soprannominati per la flemma con la quale rispondono agli stimoli, Alfano, Bersani e Casini si sono incontrati a Montecitorio con all’ordine del giorno riforme costituzionali e riforma elettorale.
Un incontro a così alto livello, non sollecitato né da Napolitano né da Monti, aveva colti alla sprovvista, e resi sovreccitati, non solo i membri della Casta, ma anche cronisti, commentatori, politologi.
Ad alimentare ancor più la grande eccitazione, la notizia che, proprio in quei momenti, Monti aveva dovuto assentarsi dal summit, mentre parlava Obama, per rispondere ad una telefonata urgentissima di Cicchitto.
Quindi, ovvia trepidazione e grandi aspettative !
Sarebbe stato sufficiente, però, attendere un paio di ore per scoprire che da quella grande sarabanda era stato partorito, di fatto, un piccolo topolino, veramente molto piccolo.
Infatti, A + B + C non solo non avevano raggiunto alcun accordo sulla riforma della legge elettorale per la quale ci sono ancora troppi nodi da sciogliere, ma, anzi, anche in materia di riforme costituzionali l’unica ipotesi in incubazione era quella di proporre, per la prossima legislatura, un ridimensionamento irrisorio del numero di deputati e senatori.
L’ipotesi, riportata dalle agenzie di stampa, sarebbe di ridurre da 630 a 500 il numero dei deputati e da 315 a 250 il numero dei senatori.
Perché definire irrisorio il possibile taglio di 195 membri della Casta ?
Semplicemente perché anche dopo questa riduzione, per il momento solo ipotizzata, in Italia comunque ci spetterebbe un parlamentare ogni 80.645 abitanti, mentre i più fortunati cittadini tedeschi già oggi mantengono un parlamentare ogni 111.768 abitanti.
Se i 3 elefanti avessero voluto avere seriamente la Germania come orientamento, non solo per quanto riguarda l’art. 18, la proposta di taglio avrebbe dovuto interessare almeno 400 membri della Casta.
Probabilmente A + B + C hanno voluto evitare che 400 individui, senza arte né parte, potessero far salire in modo preoccupante il tasso di disoccupazione.     

Nessun commento: