Google+ Followers

lunedì 21 maggio 2012

Quando l’anti berlusconismo può farsi paranoia


Come possono testimoniare le pagine di questo blog, non sono mai stato indulgente e tenero con Berlusconi ed i suoi modi di fare, né con il derivato berlusconismo, ed ancora meno con i berluscones che, secondo me, sono l’incarnazione impietosa degli effetti insalubri che produce, sulle personalità, la scelta di idolatrare il potente di moda, per meschino tornaconto, rinunciando alla propria coscienza critica.
Però, navigando tra blog ed aggregatori di notizie mi sono reso conto che l’anti berlusconismo, soprattutto se gratuito e becero, provoca effetti altrettanto deplorevoli, perché può spingere un individuo a mettere in atto una “avversione a prescindere”, che diventa maniacale ne più ne meno di quella dei berluscones .
Da sei mesi, ormai, il signore di Arcore ha lasciato lo scranno di Premier ed, almeno formalmente, non si atteggia più a dominus assoluto del nostro Paese.
È vero, per contro, che nell’agone politico sia sempre presente proprio la peggiore genia di berluscones, da Cicchitto a Gasparri, da La Loggia a La Russa, da Napoli a Quagliarello, da Santanché a Stracquadanio, per citare solo i più televisti.
E’ altrettanto vero, ugualmente, che tali individui non muovano foglia che il dominus non voglia.
Prendere spunto, però, da questo stato di cose per spingersi fino a far risalire sempre a Berlusconi la colpa di tutti gli accadimenti, sgradevoli ed intollerabili, che accadano in Italia, rassomiglia ad una vera e propria paranoia.
Lo affermo perché ho appena terminato di leggere il post, pubblicato da un blogger, che racconta di monsignor Miccichè, Vescovo di Trapani, che la Curia romana ha sollevato dall’incarico perché coinvolto in una inchiesta per reati finanziari.
Poiché, però, nell’inchiesta monsignor Miccichè risulterebbe non indagato ma addirittura parte lesa, è lecito ipotizzare che il Vescovo di Trapani sia stato rimosso perché inviso a qualche pezzo grosso vaticano e non per l’inchiesta in corso.
L’ipotesi potrebbe essere anche condivisibile, ma il blogger commenta la notizia con queste parole “…complotto nato dentro e fuori la Chiesa, Berluska ha fatto scuola anche in Vaticano !”.
Ora, leggendo queste parole mi sono domandato: per arrivare a un commento così sconclusionato ed irrazionale non è che l’anti berlusconismo  abbia fatto precipitare questo blogger in una paranoia patologica ?

2 commenti:

umberto marielli ha detto...

...da Santanché a Straguadanio,...
scusa ma dovresti correggere con 'Stracquadanio'
(Giorgio Clelio)

Alex di Monterosso ha detto...

Grazie mille... hai ragione, provvedo subito !