Google+ Followers

giovedì 9 agosto 2012

Dalla crisi economica … alla crisi da toupet


Nel mese di agosto, per stampa e TV, la caccia alle notizie si fa spietata e per questo anche più di bocca buona.
Gli editorialisti seriosi, quelli che ragionano (non sempre con idee chiare)  di politica e di economia, di globalizzazione e di spread, sono ormai in vacanza.
Hanno ceduto il campo alla sagra del gossip che non ha confini e non risparmia nessuno.
Così, ad esempio, la foto ormai defunta di Vasto è rimpiazzata dalle tette esuberanti di una qualche velina in spiaggia a Fregene, o l’immagine di un Di Pietro incazzato, che dà in escandescenze contro Napolitano, lascia il posto alle foto di Corona e Minetti che in moto fuggono verso ore di passione.
Così, stampa e TV descrivono un Paese nel quale anche la crisi economica sembra andata in vacanza insieme alla politica ed al Parlamento.
Eppure, porca miseria, del malessere economico noi comuni mortali non ce ne possiamo dimenticare, perché la recessione continua a marchiare le nostre giornate, ora dopo ora, fino a scipparci anche la voglia di imprecare contro questo insopportabile caldo africano.
Poi, però, inaspettatamente sulle pagine dei giornali ti capita di osservare alcune foto impietose, ed allora sei obbligato a riflettere sul fatto che, forse, perfino le sofferenze della crisi economica possano essere addirittura più sopportabili di una “crisi da toupet”.
Sto guardando le foto scattate a Berlusconi al suo arrivo all’aeroporto di Olbia, nei giorni scorsi.
Aria stanca e abbattuta, residui di capelli agitati dal vento, mancanza del sorriso a 36 denti !
Immagini che certamente straziano il cuore di quei “berluscones” che ancora vivono in servizio permanente effettivo.
Ma dove saranno mai finiti quei 5 o 6 milioni di capelli, così li ha calcolati Cesare Ragazzi, trapiantati con cura sulla pelata del signore di Arcore ?
Ma è mai possibile che il “tombeur des femmes” si ritiri dai “bunga bunga” (ma non dalla politica ovvio !) e si dia in pasto ai fotografi senza ceroni, lacche e toupet ?
No, non è credibile …
Soprattutto non è verosimile per un personaggio che, negli anni, ha dimostrata quanta attenzione dedichi a curare ogni dettaglio della sua immagine.
Per questo vorrei tranquillizzare quel che ancora resta delle armate “berlusconiane”: ehi … appassionati dell’orrido … non dovete preoccuparvi … qui gatta ci cova !
Semplicemente il cavaliere sta facendo le prove del nuovo look con cui esibirsi alle elezioni 2013.
È alla ricerca di una facciata meno inquietante.
Niente più ceroni, toupet e lacche, che poco si addicono ad un leader politico ultrasettantasetteenne.
Niente più “bunga bunga”, niente più minorenni a gogò, niente più vivaio di giovanissime e procaci vallette per vivacizzare le sue serate.
È anche vero, però, che ad Olbia si è fatto accompagnare dalla quarantenne parlamentare pidiellina, Mariarosaria Rossi, che in quanto ad avvenenza prorompente non ha nulla da invidiare alle molte protagoniste dei “bunga bunga”.
Ma, anche passare dalle minorenni alle quarantenni ha la sua chiave di lettura.
L’unica vera incognita resta la propensione degli elettori a farsi imbrogliare ancora una volta da questa nuova sceneggiata.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

è pietosoooooooooooooooooo

umberto marielli ha detto...

Ciao Alex, commento la tua ultima parte:
"L’unica vera incognita resta la propensione degli elettori a farsi imbrogliare ancora una volta da questa nuova sceneggiata."
...purtroppo, la madre dei cretini è ancora incinta!
Buone vacanze!
Umberto Marielli

Alex di Monterosso ha detto...

Buongiorno Umberto !
Hai perfettamente ragione... anche se ho sempre la speranza che la madre dei cretini possa abortire !
Buone vacanze anche a te e grazie per seguire il mio blog.
A presto !
Alex