Google+ Followers

lunedì 13 agosto 2012

El casciabal di Arcore torna a colpire


Quando 7 mesi fa ho rotti gli indugi scegliendo di dar vita a questo blog, dedicavo, al signore di Arcore, il primo post dal titolo “El casciabal”, vocabolo meneghino che equivale più o meno a professionista del raccontar panzane.
Sarà senz’altro un mio difetto però non tollero coloro che cercano di turlupinare il prossimo mistificando la realtà con falsità a volte gigantesche.
Inevitabile, quindi, che non riesca proprio a sopportare Berlusconi che, con insolente sfrontatezza, usa in modo sistematico le menzogne per infinocchiare gli italiani più sprovveduti e sciocchi.
Sarà anche vero, come ricorda l’amico Umberto, che la madre degli sciocchi è sempre incinta, ma spero sempre che prima o poi abortisca o diventi sterile.
Oggi, però, non voglio ricordare l’infinita sfilza di balle che Berlusconi ci ha propinato in questi anni, ma rifarmi alle trite e ritrite menzogne che, ancora una volta, ha avuta la faccia tosta di ribadire nell’intervista rilasciata, giorni fa, al quotidiano francese Libération.
“… una parte estremista e politicizzata della magistratura ha cominciato a perseguitarmi da quando sono entrato in politica, e non ha più smesso”.
“… sono sempre stato assolto, e sarà così anche per il processo Ruby”
El casciabal di Arcore sottace, al giornalista francese, alcune verità inconfutabili che vorrei permettermi di ricordargli.
1.     I problemi giudiziari per Berlusconi sono iniziati molti anni prima che lui entrasse in politica. Per non andare troppo indietro negli anni, nel 1990, ad esempio, di fronte alla Corte d’Appello di Venezia il procedimento contro di lui “per falsa testimonianza” si è concluso con il dispositivo: “Il reato attribuito all'imputato va dichiarato estinto per intervenuta amnistia”.
2.     Processo All Iberian 1” (finanziamento illecito al PSI) si è concluso con il dispositivo della Corte di Cassazione "proscioglimento dell'imputato (ndr: Silvio Berlusconi) per intervenuta prescrizione del reato". 
3.     Processo All Iberian 2” (falso in bilancio aggravato) contro Silvio Berlusconi si è concluso  “perché il fatto non costituisce più reato” in seguito alla riforma del diritto societario (Dlgs 61/2002 del Governo Berlusconi).
4.     Processo “SME – Ariosto”, nel quale è imputato Silvio Berlusconi si è concluso perché il fatto non costituisce più reato” in seguito alla riforma del diritto societario (Dlgs 61/2002 del Governo Berlusconi).
5.     Processo a carico di Silvio Berlusconi per “corruzione dell'avvocato David Millssi è concluso con il dispositivo "perché il reato si è estinto per prescrizione".
6.     Inoltre, si sono conclusi con il dispositivo “perché il reato è estinto per prescrizione” anche i seguenti processi nei quali era imputato Silvio Berlusconi:
a. “Lodo Mondadori”, reato di corruzione;
b. “Consolidato Fininvest”, reato di falso in bilancio;
c. “Bilanci Fininvest 1988-1992”, reato di falso in bilancio ed appropriazione indebita;
d. “Processo Lentini”, reato di falso in bilancio.
Forse, il giornalista di Libération, poco addentro ai guai giudiziari del signore di Arcore, si sarà anche bevuta la panzana "... sono sempre stato assolto”.
Ma gli italiani, quelli avveduti e non partoriti dalla madre degli sciocchi, sanno benissimo che “prescrizione” non è “assoluzione” e che il “falso in bilancio” è stato depenalizzato dal Governo Berlusconi con una “legge ad personam” appositamente studiata per liberarlo dai processi in cui era imputato.
Perciò, “sciur casciabal”, fandonie di questo tipo non fanno più presa sugli italiani.


9 commenti:

Anonimo ha detto...

Purtroppo le ultime due righe sono troppo ottimistiche. Ci sono ancora tanti sprovveduti che gli credono anche a costo di negare l'evidenza, e che continueranno a votarlo.

piero ha detto...

Ce ne sono ancora molti di quelli che credono alle panzane del Berluscazz, primi fa tutti quelli che sono sul suo libro paga

Anonimo ha detto...

non sono sprovveduti tutt'altro!secondo me "sanno"che con il gov.di berlu.hanno tutto da guadagnare..vedi il piero che parla di libro paga..ed aggiungo parliamo di tutti quelli e quelle che lavorano in qualche modo per lui(tv per es.e sono almeno in parte in nero.)

Alex di Monterosso ha detto...

Personalmente, però, non me la prendo con quelli che sono a libero paga del Berluska (prima di tutto la pagnotta con ricco companatico) ma con quelli che purtroppo gli credono senza essere a libro paga. Questi sono i veri sciocchi !

Anonimo ha detto...

io sono un vero sciocco perchè credo fermamente in quello che dice e continuerò se mai dovesse ripresentarsi a votarlo

Anonimo ha detto...

il pirata con la ciurma legati fino a quando non ci sara' piu bottino da spartire....>ma il pirata non sa che c' è qualcuno che lo aspetta al varco....puo' essere solo cacciato sul suo terreno i soldi....non è piu' tra i primi ricchi....la prossima batosta lo dimezzera'....non troppo lontano altrimenti che gusto ci sarebbe...

Alex di Monterosso ha detto...

Almeno hai il coraggio delle tue azioni... complimenti ! Quello che non riesco a capire è come tu faccia a credere alle panzane che racconta e che poi i fatti dimostrano essere bufale ! Scusa, però mi viene un dubbio, non sarai mica anche tu nipote di Mubarak ???

Anonimo ha detto...

Una persona del genere, con tutte le malefatte che ha combinato in un quasi ventennio, deve solo VERGOGNARSI all'idea di occupare ancora qualche poltrona politica........Sarebbe la fine definitiva dell'Italia.

Olio di ricino ha detto...

Finché c'é gente che crede ciecamente in questo venditore di fumo, il futuro sarà molto scuro.
Siamo un popolo di AUTOLESIONISTI e le conseguenze le pagheremo tutti comprese le nuove generazioni.