Google+ Followers

mercoledì 13 giugno 2012

Ancora una volta la politica alle prese con “cherchez la femme”


Quando Alexandre Dumas padre suggeriva, con convinzione, “cherchez la femme” per trovare risposta ad ogni problema, sicuramente non immaginava che, dopo oltre 150 anni, il suo consiglio avrebbe potuto essere utile anche al neo Presidente francese François Hollande.
A creare, però, qualche imbarazzo a Monsieur Hollande questa volta sono non una bensì due femmes : Madame Ségolène Royal e Madame Valérie Trierweiler.
Mme Royal, ex compagna di Hollande con il quale ha avuto 4 figli, è stata la candidata del partito socialista alle presidenziali 2007 uscendo sconfitta al secondo turno da Nicolas Sarkozy.
Volitiva, intraprendente ed anticonformista, in occasione delle presidenziali 2007 si propose ai suoi elettori con un malizioso video che suscitò un certo clamore soprattutto fra l’elettorato femminile.
Domenica prossima, alle elezioni legislative, sostenuta dal Partito Socialista e dallo stesso Hollande, Mme Royal al ballottaggio cercherà di aggiudicarsi il seggio di La Rochelle con l’obiettivo, in caso di vittoria, di sedere sulla poltrona di Presidente della Assemblea Nazionale.
A contenderle il seggio di La Rochelle sarà Olivier Falorni.
Fino a qui nulla di particolarmente strano e rilevante se non fosse che Mme Trierweiler, attuale compagna all’Eliseo di Hollande, gelosa dei trascorsi sentimentali di Mme Royal e del suo ruolo di mamma dei 4 figli di François, nel tentativo di boicottarne il successo elettorale ha pensato bene di infrangere il riserbo, che dovrebbe caratterizzare i comportamenti di una “première dame”, per schierarsi apertamente a favore dell’elezione di Olivier Falorni.
Una gaffe inimmaginabile che ha lasciato allibito e senza parole il Presidente francese e che ha creato un serio imbarazzo anche ai vertici del Partito Socialista !
Censurare la “première dame” ? Inopportuno ed impossibile !
Abbandonare al suo destino Mme Royal ? Politicamente sbagliato !
La speranza dei maggiorenti socialisti, tra un bisbiglio e l'altro, è che siano gli elettori a superare l’impiccio disapprovando la gaffe della “première dame” con la sconfitta di Olivier Falorni, vittima ignara di una contesa tutta al femminile.

Nessun commento: