Google+ Followers

sabato 9 giugno 2012

Il Governo Monti uscirà dal coma profondo ?


Sono mesi ormai che gli italiani sono in impaziente attesa di un bollettino medico che riferisca sullo stato di salute del Governo Monti.
Dopo lo slancio iniziale che ha prodotti in poche settimane alcuni provvedimenti, di certo non benevoli per le tasche dei soliti noti, lavoratori dipendenti e pensionati, dopo i primi blitz a Cortina e Portofino, dopo decine di incontri con sindacati e parti sociali per tentare una riforma del lavoro, arenatasi nelle sabbie mobili del Parlamento, l’azione del Governo è caduta di fatto in letargo.
Con il passare delle settimane il letargo si è tramutato in un vero e proprio coma profondo.
E’ anche vero che i mestieranti della politica si sono messi di buzzo buono per frenare l’azione di Mario Monti, preoccupati dal consenso popolare che un Governo, attivo e diverso da quelli di berlusconiana e prodiana memoria, stava riscuotendo.
Però è altrettanto evidente che lo stesso Monti abbia scelto di sacrificare grinta e dinamismo sull’altare di una malferma intesa con il mefistofelico e perverso trio Alfano, Bersani, Casini !
Non essendo un politico scafato, Monti è finito per cadere nella trappola tesagli da ABC, trascinando con se tutta la compagine governativa.
Conseguenza ?
L’approvazione delle norme anti corruzione è rinviata di settimana in settimana, l’asta per l’aggiudicazione delle frequenze televisive è abbandonata in qualche cassetto, la “governance RAI” è ormai una leggenda metropolitana, la riforma del mercato del lavoro, promessa per fine marzo, a tutto oggi è di là da venire, il “decreto sviluppo” appare sempre più un oggetto misterioso, la nuova legge elettorale è un miraggio, la riduzione del numero dei parlamentari così come la revisione dei rimborsi elettorali sono ormai una vagheggiamento,  e via dicendo.
Esattamente quello che i mestieranti della politica si proponevano !
Nel frattempo, dopo essere riuscito nell’intento di porre il Governo in uno stato vegetativo, il diabolico trio ABC ha potuto continuare con gli inciuci, ad esempio spartendosi le poltrone delle Authorities !
La sortita di ieri con la quale Mario Monti ha indicati i nomi del Presidente e del Direttore Generale della RAI, anche se ha fatto incazzare Alfano & Co. (cioè Berlusconi), è veramente ben poca cosa per ipotizzare che il Governo Monti finalmente stia uscendo dal coma.

Nessun commento: