Google+ Followers

giovedì 4 ottobre 2012

I politici sono dis(onorevoli) … ma i giornalisti ?


Incuriosito, ma anche imbestialito, da una notizia letta su un quotidiano nazionale, cerco di controllare se sia confermata anche da altri giornali.
In effetti, tutti i principali quotidiani nazionali la riportano.
A questo punto, quello che mi sconcerta, però, è non tanto il modo di raccontarla, quanto piuttosto constatare che tutti i giornali, senza distinzioni, nei titoli mettono in risalto la sola parte negativa dell'episodio, certamente inqualificabile, senza fare alcun riferimento all'aspetto positivo che, considerando gli usi e costumi della politica italiana, costituisce un fatto assolutamente eccezionale.
La vicenda accaduta a Lecco è questa.
Un individuo parcheggia la sua Jaguar in uno dei posti riservati ai disabili.
Qualche minuto dopo sopraggiunge l’auto guidata da un disabile che, trovato il parcheggio indebitamente occupato, si rivolge ai Vigili i quali, rintracciano il proprietario della Jaguar, lo invitano a spostare la sua auto e ligi al dovere gli appioppano una multa.
Il disabile parcheggia, finalmente, nel posto che gli compete di diritto.
Fin qui non ci sarebbe stato nulla così eclatante da essere riportato da tutta la stampa nazionale.
Sennonché, allontanatisi i vigili, il proprietario della Jaguar ritorna sul posto e buca le gomme dell’auto del disabile.
Gesto teppistico spregevole ed intollerabile.
Il disabile sporge denuncia, così si scopre che l’ignobile teppista è nientepopodimeno che Antonio Piazza, presidente di ALER (Azienda lombarda per l’edilizia residenziale), membro del direttivo provinciale del PdL e titolare di altri incarichi pubblici.
Ed è qui che viene la parte sensazionale della notizia, che giornalisti, ormai narcotizzati dal malcostume, hanno trascurata nei loro titoli.
Dopo essersi scusato pubblicamente con il disabile ed i cittadini di Lecco, per il suo gesto imperdonabile, Antonio Piazza rassegna le dimissioni da presidente ALER, dal direttivo provinciale del PdL e da ogni altro incarico pubblico.
Cavolo ! Questa si che è una notizia da prima pagina e da titoloni !
Un politico che rassegna le dimissioni da ogni incarico pubblico è un fatto così straordinario per l’Italia, che lo equiparerei per rilevanza alla scoperta delle americhe da parte di Cristoforo Colombo !
Dopo le scuse e le dimissioni, Antonio Piazza, con amarezza ha commentato: “Era giustissimo che io dessi le dimissioni, ma c’è gente che ha fatte cose peggiori di me ed è ancora lì !”.
Come non dargli torto, il suo è stato sicuramente un gesto teppistico ma, di fronte a ladri, camorristi, corrotti e corruttori che, impassibili, occupano moltissime poltrone di prestigio, quel suo gesto potrebbe essere considerato una ragazzata.

Nessun commento: