Google+ Followers

mercoledì 31 ottobre 2012

Camusso, Landini e la vittoria di Pirro

 
Il Lingotto, con un suo comunicato, conferma che Fabbrica Italia, di Pomigliano d’Arco, provvederà a dare attuazione all’ordinanza della Corte d’Appello di Roma, assumendo i 19 ex dipendenti di “Fiat Group Automobiles”, che avevano presentato ricorso per “presunta discriminazione”.
Dallo stesso comunicato si apprende, anche, che Fabbrica Italia, non potendosi esimere dall’eseguire quanto disposto dall’ordinanza, sarà costretta ad avviare la procedura per la messa in mobilità di 19 lavoratori attualmente occupati presso lo stabilimento che dispone già di un organico completo in ogni postazione di lavoro,.
Camusso e Landini che, quando la Corte d’Appello emise l’ordinanza, si lasciarono andare a festeggiamenti ed a dichiarazioni raggianti, con altrettanto entusiasmo dovranno ora spiegare, ai 19 lavoratori messi in mobilità, i motivi della loro eccitazione.
Infatti, era evidente a tutti, tranne che a Camusso e Landini, quali sarebbero state le inevitabili conseguenze della tanto festeggiata ordinanza, dal momento che FIP, fin dalle prime ore, aveva ribadita la completezza dell'organico presso lo stabilimento di Pomigliano.
Se compito del sindacato FIOM CGIL è quello di mettere i lavoratori, gli uni contro gli altri, l’obiettivo è stato raggiunto !   


Nessun commento: