Google+ Followers

mercoledì 3 ottobre 2012

Il PdL… perde i voti ma non i vizi


C’era da aspettarselo !
Ora si spiega sia perché la legge anti corruzione sia incagliata al Senato sia perché Cicchitto, giorni fa, in aula, abbia indirizzato al Ministro della Giustizia, Paola Severino, il suo avvertimento in stile mafioso “donna avvisata è mezza salvata”.
È chiaro che il PdL, fino all’ultimo giorno, cercherà di infilare, qua e là, norme “ad personam” da regalare al suo padre padrone.
Anche in questi giorni, infatti, i fedeli lacchè sono impegnati nel proporre, in Senato, ogni emendamento che possa salvare Berlusconi nel cosiddetto “processo Ruby”, se non altro per quel che riguarda l’accusa di concussione.met
In realtà, il PdL sembra preoccuparsi solo di offrire ciambelle di salvataggio a Berlusconi per i misfatti di cui è imputato, mentre l'opinione pubblica è sempre più schifata per le continue infamie perpetrate da politici, mentre il Capo dello Stato, angustiatoda ciò che avviene, ha più volte invitato il Parlamento ad accelerare l'approvazione di una legge anti corruzione che ristagna in aula da oltre due anni, mentre l'Unione Europea preme perché l'Italia si doti, finalmente di norme per contrastare la corruzione.
Incredibile che, di fronte a questo scenario, ci sia ancora chi si sorprenda della crescente e diffusa insofferenza della gente verso la classe politica !Ma veniamo all’ultima pensata della “banda Alfano”.
Dalla montagna di carte giacenti sul tavolo della Commissione Giustizia del Senato spuntano fuori alcuni vergognosi emendamenti, a firma Luigi Montagna e Maria Alessandra Galloni.
Si tratta di richieste di modifica, della legge anti corruzione, i cui contenuti sono tali e quali all’emendamento, a firma Paolo Francesco Sisto, già respinto nel corso del dibattito alla Camera.
Emendamenti che, sostituendo due parole e cancellandone un’altra nel testo dell’art. 317 (concussione) del Codice Penale, ne stravolgerebbero di fatto la disciplina.
L’art.317 C.P. recita “Il pubblico ufficiale che, abusando della sua qualità o delle sue funzioni, costringe o induce taluno a dare o a promettere indebitamente a lui o ad un terzo, denaro o altra utilità, è punito … (omissis)”.
Con un emendamento si vorrebbe sostituire la parola “induce” con “determina”; lo scopo sarebbe di invalidare l’accusa a Berlusconi di aver turlupinato, con la balla di Ruby nipote di Mubarak, il funzionario di servizio alla Questura milanese, “inducendolo a lasciare libera Ruby”. Se accolta, questa semplice modifica limiterebbe il reato ai soli casi in cui fosse il pubblico funzionario ad imporre una sua decisione.
Un altro emendamento vorrebbe sostituire la parola “indebitamente” con “illegalmente”, per far decadere il requisito di “indebita concessione della libertà” all’animatrice dei bunga bunga.
Infine, depennando “altra utilità”, proposta da un altro emendamento, si vorrebbe circoscrivere il reato di concussione ai soli casi in cui il beneficio ottenuto fosse di tipo patrimoniale, peculiarità questa non raffigurabile nella “concessione di libertà” a Ruby.
Che queste modifiche, apparentemente formali ma di fatto sostanziali, con le loro aberrazioni possano mandare all’aria non solo il processo Ruby, bensì tutti i processi per concussione, presenti e futuri, al PdL non interessa assolutamente, come era già avvenuto, del resto, per le precedenti “leggi ad personam”.
Evidentemente, la combriccola di pidiellini, capeggiata da Alfano, non si è ancora resa conto che, a forza di creare scandali e di soccorrere Berlusconi per i suoi guai, ha scavato un baratro incolmabile con l’elettorato, come confermano, giorno dopo giorno, anche i sondaggi più benevoli. 

2 commenti:

umberto marielli ha detto...

Buongiorno Alex,
Ormai faccio parte di un partito, che attualmente i sondaggi danno ad oltre il 33% e per cambiare "casacca" come si usa fare nell'attuale parlamento chiedo qualcosa anche io! ...e cioè: alle prossime elezioni, ormai vicinissime, una lista,di qualsiasi formazione politica, che presenti dei candidati non inquisiti, non condannati e con massimo due legislature alle spalle (concessione eccezionale, per uscire da questo pantano) successivamente dopo due legislature si dovrebbe andare a casa!
In caso contrario resterò nel mio partito che, visti gli ultimi avvenimenti, prevedo in forte rimonta.
Cari Saluti
Umberto

Alex di Monterosso ha detto...

Ciao simpaticissimo Umberto !
Era un po' che non ricevevo tuoi commenti... tutto bene ?
Mi fa piacere che siamo nello stesso partito e sono convinto che vinceremo le elezioni... se continua così !
Il guaio è che c'è qualcuno che sta pensando di governare con il 25% dei voti che, poi, dedotti astensionismo e schede bianche (= 40%), equivarrebbe al 15% dell'elettorato.
C'è chi osa chiamare democrazia uno Stato che affida il governo del Paese ad un partito con il 15% di consensi ?
Salutoni ed a presto
Alex