Google+ Followers

domenica 22 aprile 2012

I partiti non sono la “Politica”


Da settimane, riferendosi agli sproloqui di Beppe Grillo, giornalisti della carta stampata e commentatori radiotelevisivi commettono il grossolano errore di etichettare le parole del comico genovese come espressione di antipolitica.
Anche se sicuramente non è impresa semplice comprendere quale sia il vero senso dei fiumi di parole, senza capo né coda, che escono dalla bocca di Grillo, tuttavia nelle sue tirate è possibile cogliere più di tutto il ripetuto e rabbioso attacco ai partiti politici.
Ma i partiti non sono la “Politica”, quella con la “P” maiuscola !
La “Politica”, cioè l’arte di governare la “res publica”, come la definiva Platone, “dovrebbe” essere la vera ed unica missione dei partiti, una funzione fondamentale ed impegnativa che, in una democrazia, il popolo sovrano delega ai partiti.
Dovrebbe ! Perché di fatto i partiti, senza distinzione di colore, sono maestri nell’impegnarsi, invece, solo nell’arte di gestire i propri interessi, anche se e quando i loro interessi particolari siano pregiudizievoli  per la “res publica”, cioè per lo Stato, la società, il popolo.
Un esempio di queste ore ?  In un momento angoscioso e di sofferenza per il nostro Paese a cosa consacrano il loro impegno i partiti ?
Si stanno dedicando unicamente ad inventare nuovi nomi e nuove forme aggregative con cui presentarsi agli elettori in vista delle elezioni politiche 2013 !
Perciò, quel 50% di elettori, che tutti i sondaggisti indicano come determinati all’astensionismo, non è composto da autolesionisti che rifiutano la “Politica” in quanto governo della “res publica”, ma sono schifati dai partiti che con i loro squallidi comportamenti dimostrano menefreghismo della “res publica” e, quindi, del benessere di tutti.
Beppe Grillo, che è marpione ed imbonitore, lo ha capito e, per un suo rozzo tornaconto, sta semplicemente cavalcando la diffusa insofferenza verso i partiti senza offrire, però, al branco plaudente una seria e concreta proposta “Politica”.

Nessun commento: