Google+ Followers

mercoledì 4 aprile 2012

Io non c’ero e se c’ero dormivo


Prima o poi la pazienza degli italiani finalmente sbotterà e verranno mandati a casa tutti quei personaggi che pensano di poter turlupinare i loro concittadini solo perché, di riffa o di raffa, appartengono alla intollerabile Casta.
A molti di noi, ne sono certo, bruciano ancora le balle che ci aveva raccontato poco più di un anno fa il signor Claudio Scajola, ex ministro del Governo Berlusconi, a proposito della sua casa, vista Colosseo.
Il signor Scajola, persona astuta ed ingegnosa, aveva cercato di farci credere che lui “non c’era o se c’era dormiva” quando un certo Diego Anemone, di mestiere imprenditore edile, aveva sborsato quasi un milione di euro perché lui potesse godere, una volta sveglio e ad occhi ben aperti, la vista del Colosseo dalle finestre di casa.
Trascorrono pochi mesi e gli italiani vengono a sapere che il signor Carlo Malinconico, prima di finire come sottosegretario nel Governo Monti, era solito trascorrere incantevoli soggiorni all’’Argentario, nel resort di lusso “Il Pellicano”.
Siccome, però, al momento di pagare il conto il signor Malinconico anche lui “non c’era o se c’era dormiva”, ecco accorrere per saldare generosamente le fatture un certo Francesco Maria Piscicelli, di mestiere imprenditore edile.
Speravamo che fosse finita, ed invece no !
Della lunga lista di quelli che “non c’ero e se c’ero dormivo”, da ieri è membro a tutti gli effetti anche il Grande Barbaro, Umberto Bossi.
Alla diffusione della notizia che la ristrutturazione della sua villa a Gemonio è stata pagata con i soldi pubblici dei rimborsi elettorali, il signor Bossi non ha saputo fare altro che minacciare denunzie.
Suvvia Bossi ! Ma come,  lei vive in una villa dove si aggirano squadre di operai con cazzuole, betoniere e trabattelli, e non si domanda ma chi cavolo pagherà tutto questo ?
Forse alla sua innocenza potrà crederci qualche militante leghista più rincoglionito di altri, ma non certo gli italiani di buon senso.
A questo punto agli italiani non resta che attendere chi sarà il prossimo politico che si aggregherà allo straordinario club dei “non c’ero e se c’ero dormivo”.

Nessun commento: