Google+ Followers

lunedì 16 aprile 2012

Incazzario del 16 aprile


Ogni mattina, sfogliando i quotidiani, non posso fare a meno di domandarmi quali siano i valori che trasmettano le notizie del giorno e non riesco mai a darmi una risposta convincente.
La stessa domanda me la sono posta anche questa mattina.
  1. Nella chiesa di Porto Garibaldi, lido di Comacchio in provincia di Ferrara, don Piergiorgio Zaghi si è rifiutato di dare la comunione ad un bambino affetto da gravi disturbi perché lo ha ritenuto “incapace di intendere e di volere”. Per questo sacerdote, privo di sensibilità e carità cristiana, i neonati, di pochi giorni, ai quali lui invece impone il sacramento del battesimo, sarebbero perfettamente capaci di intendere e di volere. Non è che dietro il rifiuto di don Zaghi ci sia il suo essere a conoscenza che i genitori di quel bambino siano uniti in matrimonio con il rito civile e non con quello religioso ?
  2. Negli stessi giorni, negli Stati Uniti, un altro sacerdote, Don Marcel Guarnizo dell'arcidiocesi di Washington, celebrando il funerale della madre di una sua fedele, ha rifiutata la comunione proprio a questa fedele perché lesbica ! Inconcepibile che un clero, farcito di pedofili ed omosessuali, pretenda di discriminare i fedeli in funzione della loro sessualità. Ma dove cavolo sono finiti gli ideali di “perdono” e “misericordia” che la chiesa di San Pietro va sublimando da secoli per rincoglionire i suoi fedeli?
  3. Non meno perplessi, però in ben tutt’altro contesto, lascia la dichiarazione del tesoriere del PD, Ugo Sposetti, per il quale senza la tranche di rimborsi elettorali in scadenza al 31 luglio il PD potrebbe chiudere. Porcaccia miseria, ma che fine hanno fatto i 238 milioni di euro che il suo partito ha già incamerati dal 2008 ad oggi ?
  4. A versare benzina sul fuoco della già dilagante insofferenza popolare arriva Bersani che ci fa sapere: senza il finanziamento pubblico ai partiti, si lascerebbe la politica in mano ai soli miliardari. Perbacco che argomento persuasivo ! Vale a dire che Bersani, solo se arraffa il denaro pubblico è in grado di esprimere le sue idee politiche e competere così con i politici miliardari.  Bersani, permetta una domanda : se lei rinunziasse, ad esempio, a mantenere inutili apparati di partito, a noleggiare aerei privati, a frequentare alberghi a cinque stelle e ristoranti di lusso, non riuscirebbe più a fare politica ? Bersani, possibile che lei non provi neppure un po’ di vergogna quando dice queste cazzate mentre milioni di italiani lottano ogni giorno con la indigenza ? Ma dove vive Bersani per non rendersi conto che la politica arraffona, ma soprattutto i politici famelici sono diventati indigesti ad almeno il 50% degli italiani ?
  5. E la strizza che la “antipolitica” possa “spazzare via tutti” sta preoccupando i partiti politici, i quali, però, come pensano di contrastarla ? Non espellendo, dai loro ranghi, indagati, condannati e corrotti, non evitando di frapporre  alle richieste della magistratura le non autorizzazioni a procedere, non rispettando il popolo sovrano che, con referendum 1993, decise l’abolizione del finanziamento pubblico, non rinunziando ai privilegi di cui godono, non eludendo le pretese delle lobbies, non evitando risse ideologiche che lasciano indifferenti i cittadini. No, assolutamente no ! I partiti sono disponibile solo a sottoporre i loro bilanci a controlli. Per la miseria che sacrificio enorme !
  6. Dopo tante notizie sgradevoli eccone una che fa piacere leggere. Il Re di Spagna, Juan Carlos, si è fratturata un’anca, cadendo nel suo chalet, mentre si accingeva a partire per una battuta di caccia agli elefanti. La bella notizia è che la frattura dell’anca abbia consentito ad uno o più elefanti di continuare a vivere ! Un grazie di cuore all’anca di Sua Maestà ! 

Nessun commento: