Google+ Followers

giovedì 1 marzo 2012

Complimenti a Maurizio Gasparri !

Finalmente !  Ebbene si, alla fine dalle omertose nebbie che circondano i portatori insani di lobbies,  che operano nel Parlamento italiano, è venuto fuori un primo nome.
È quello di Maurizio Gasparri, capogruppo PdL al Senato, al quale Bittarelli, uno del leader storici del movimento taxisti, ha rivolto il ringraziamento suo personale e di tutti i taxisti italiani per “… il lavoro commovente …” che ha svolto e per essersi “… battuto come un leone. Roba da nominarlo tassista onorario”.
Per ottenere un riconoscimento del genere, evidentemente Gasparri, molto ben radiocomandato dalla centrale taxi 3570 (quella di Bittarelli) deve essersi speso oltre misura per far si che dal decreto liberalizzazioni fossero cancellate tutte le norme non gradite a Bittarelli e soci.
D’altra parte, il fatto che la cancellazione di queste norme impedisca al nostro Paese di modernizzarsi e portarsi al livello dei paesi più progrediti, al signor Gasparri, per dirla in romanesco, “nun gliene po’ fregà de meno”.
Sarà anche vero, come afferma Bittarelli, che a dar man forte a Gasparri è intervenuto perfino Fassina del PD, ma Fassina è un caso patologico, tipico di chi si compiace nel remare contro, sempre e comunque.
Gasparri invece no ! Gasparri ha già dimostrato in passato di essere sempre disponibile come servitore dei poteri forti, in Parlamento.
Basterà ricordare un'altra perla di questo signore, la legge che porta il suo nome, la n. 112 del 3 maggio 2004 sull’assetto del sistema radiotelevisivo.
Allora si trattava di prendere ordini da un altro potere sicuramente molto forte, il potere di Berlusconi e Mediaset.
E Maurizio Gasparri fece ampie spallucce di fronte alla procedura d’infrazione che la Commissione Europea promosse contro l’Italia, nel 2006, perché la sua legge era giudicata incompatibile con il diritto comunitario... tanto a pagare le multe sarebbero stati gli italiani.
Non resta che confidare che gli elettori italiani, quando sarà restituito loro il diritto di scegliere i propri rappresentanti, si ricordino dei meriti speciali di Maurizio Gasparri quando, sotto una  pioggia torrenziale o un sole cocente  non riusciranno a trovare un taxi per tornare a casa, oppure quando dovranno accendere un mutuo per pagarsi una corsa in taxi da Centocelle a Stazione Termini.

1 commento:

Anonimo ha detto...

questo non lo sapevo......