Google+ Followers

domenica 11 marzo 2012

Quel “quid” che manca ad Angelino Alfano


Quando Berlusconi, parlando del suo delfino del momento, afferma che gli manca quel certo “quid”, con molta probabilità intende dire che non riscontra ancora in Alfano quel miscuglio di ipocrisie, panzane, vuoti di memoria e volgarità che qualificano il DNA del vero berlusconiano.
Berlusconi sogna, insomma, che un segretario del PdL sia fatto a sua immagine e somiglianza !
Angelino Alfano ha afferrato il messaggio e, dopo uno scrupoloso esame di coscienza, ha finalmente intuito cosa fare per recuperare quel “quid” preteso dal suo boss.
Così, dopo appena qualche giorno si incominciano ad intravedere i primi risultati del massacrante impegno al quale Alfano si è sottoposto.
Ha iniziato con qualche prova di “vuoti di memoria”.
Dimenticandosi di aver affermato solo poche ore prima che “… il film dell’alleanza con la Lega è arrivato ai titoli di coda” ecco che, parlando a Orvieto, si mette ad implorare la Lega per candidarsi insieme alle elezioni amministrative.  
Coniugando, poi, i “vuoti di memoria” con la “ipocrisia” Alfano è stato capace di dichiarare, in difesa della famiglia, che “… se la sinistra andrà al governo farà quello che hanno fatto in Spagna: il matrimonio tra uomini, le coppie di fatto”.
Brillante exploit di “ipocrisia moralista” offerta da uno che, incurante della moralità, ha fatto finta di credere che Ruby fosse la nipote di Mubarak, non ha mai fiatato sui “bunga bunga” e sulle frequentazioni escort del suo boss, e che con un altro “vuoto di memoria” finge non sapere che il suo boss è sotto processo per “concussione e prostituzione minorile”
C'è da chiedersi se di fronte a tanta dissolutezza il vero problema siano le coppie omosessuali ?
Per raccontare balle, invece, Alfano può contare già su una consolidata esperienza, per cui si è trovato assolutamente a suo agio nell’inventare una balla per disertare il vertice promosso dal premier Monti, pur di non dire che glielo aveva ordinato Berlusconi.
Dunque, sul piano dell’ipocrisia, dei vuoti di memoria e della capacità di raccontare balle, Angelino Alfano ha incominciato ad offrire alcune prove che sicuramente staranno facendo sorridere di soddisfazione il boss di Arcore.
È sul piano della volgarità, invece, che Alfano incontrerà le maggiori difficoltà per soddisfare Berlusconi.
Sembra difficile immaginare che Angelino Alfano per imitare Berlusconi riesca, ad esempio, a rifilare del “coglione” agli elettori che votano a sinistra, oppure sia capace di dire a Rosi Bindi che “è più bella che intelligente”, per arrivare fino a definire Angela Merkel una "culona inchiavabile".     

Nessun commento: