Google+ Followers

lunedì 17 dicembre 2012

Auto blu e scorte, un’indecenza tutta italiana

 
Non so agli altri che effetto faccia vedere cortei di auto blu, con lampeggianti e sirene, sfrecciare per le vie di una città o sulle autostrade, guidate con la prepotenza di chi non tollera il traffico ed esige che tutti gli cedano il passo.
A me girano i santissimi come le pale di un elicottero !
Soprattutto, poi, quando dai media apprendo che l’urgenza consisteva nell’accompagnare Renata Polverini, ex presidente della Regione Lazio, per l’acquisto di un paio di scarpe, oppure per scortare Anna Finocchiaro, capo gruppo del PD al Senato, a fare shopping all’IKEA.
Auto blu e scorte sono una delle più sconcertanti vergogne che suscitano i sentimenti d’insofferenza degli italiani verso la classe politica.
È un’indecenza tutta italiana, che non trova nessuna giustificazione, specialmente se andiamo a curiosare in quello che succede negli altri Paesi occidentali.
Ad esempio, nella vicina Francia, l’impiego della scorta permanente è oggi riservato, dopo l'avvento di François Hollande, oltre che a lui come Presidente della Repubblica, al Presidente dell’Assemblea nazionale ed al Presidente del Senato.
In Germania, le scorte sono assegnate al Capo dello Stato, al Presidente del Bundestag, ed ai ministri in carica.
In Austria, invece, sono protetti da scorta esclusivamente il Presidente della Repubblica ed il Cancelliere Federale.
Ovviamente, quelle citate sono solo le scorte permanenti il cui costo è sostenuto dalle casse statali, perché ogni altro personaggio che ritenesse di doversi proteggere con un servizio di scorta, pagherebbe di tasca sua il servizio.
E cosa dire, poi, della Danimarca, dove la leader socialdemocratica Helle Thorning Schmidt, 44enne capo del Governo, si è recata in bicicletta, con i suoi ministri, alla residenza regale per la presentazione ufficiale alla Regina ?
In Italia, invece, ben 584 sono i personaggi che godono di scorte, autisti, auto con lampeggianti e sirene, il tutto a spese dei contribuenti.
Per i contribuenti, il costo di questi intollerabili benefici supera il miliardo di euro ogni anno.
Ora, può essere accettabile che le più alte cariche dello Stato si muovano scortate da sciami di poliziotti, con autisti ed auto blu.
Ma, perché mai devono godere di scorte, autisti, auto blu con sirene e lampeggianti, Bruno Vespa, Emilio Fede, Vittorio Feltri e Maurizio Belpietro ?
E perché i contribuenti devono pagare scorte, autisti ed auto blu agli ex presidenti di Camera e Senato, anche dopo che sono decaduti dalle loro funzioni e dopo che, da anni, sono tornati ad essere cittadini comuni ?
È il caso, ad esempio, di Irene Pivetti, Fausto Bertinotti, Marcello Pera, Carlo Scognamiglio.
Ma è ancora più scandaloso che godano di scorta e relativi complementi, a carico dello Stato, il presidente di Lazio Calcio, Claudio Lotito, Clemente Mastella e la moglie Alessandra Lonardo, l’ex ministro Cirino Pomicino, condannato in via definitiva per corruzione, Carlo Taormina, avvocato ed ex deputato.
Non meno riprovevole che il servizio di scorta, con auto al seguito, sia concesso ad ex ministri ed ex sottosegretari, come Oliviero Diliberto, Claudio Scajola, Piero Fassino, Angelino Alfano, Massimo D’Alema, Rosy Bindi, Ignazio La Russa, Umberto Bossi, Maurizio Gasparri, Roberto Maroni, etc. etc. etc.
L’elenco di questi scandali, che sono veri e propri peculati autorizzati, non si fermerebbe qui, però il voltastomaco oramai m’impedisce di andare avanti.
È certo, però, che nel giorno in cui gli italiani sono chiamati a svenarsi per pagare l’IMU, mi domando come mai il rigoroso Mario Monti non abbia sentito il dovere di usare la scure per tagliare questi sperperi immorali di denaro pubblico.

2 commenti:

umberto marielli ha detto...

Buon giorno Alex,
come posso commentare il tuo post se mi trova al 100% d'accordo! Però un rimprovero te lo devo fare, al lunedì mattina potresti, per esempio, parlare della "juventus campione d'inverno con due settimane di anticipo" e non "rovinare" la settimana con quanto hai descritto in modo così chiaro! Concludo il mio piccolo commento dicendoti che, vista la attuale situazione politica, sono colpito da sconforto perchè ho idea che, purtroppo niente cambierà, viste anche le ultime promesse elettorali del candidato premier del PDL!
Un salutone e buona giornata
Umberto Marielli

Alex di Monterosso ha detto...

Caro Umberto, buongiorno !
Se non ci fosse la Juventus a darci qualche soddisfazione la vita sarebbe veramente grigia e triste !
Conte ed i magnifici bianconeri mi permettono, infatti, di ingoiare meno amaramente le notizie quando le posto su questo blog.
Purtroppo hai ragione tu ! Non cambierà nulla ! Lo psiconano ha ripreso a sparare le sue solite panzane "...meno tasse, via l'IMU, etc." facendo del populismo che riporterà l'Italia al 16 novembre 2011 e... ad un nuovo governo dei tecnici !
Non gli è bastato essere sputtanato dal PPE a livello europeo... no... lui insiste.
Poi, adesso, ha anche una nuova "fidanzata" e si sente ringalluzzito dalla vicinanza di una 28enne !!!
L'unica speranza è che, prima o poi, lui, Alfano, Cicchitto & Co. scompariranno nel nulla e noi tireremo un sospiro di sollievo... se non sarà troppo tardi.
Un salutone e, se non ti sentirò prima... Buone Feste
Alex